Ashtanga Vinyasa Yoga

secondo la tradizione di Sri Krishna Pattabhi Jois

a cura di ELENA De MARTIN


(Scarica sul Tuo computer la Scheda CORSO - formato PDF)

 

Descrizione:

Il “Corso di Ashtanga Vinyasa Yoga” desidera proporre agli studenti interessati un percorso caratterizzato da un approccio a questa pratica che permetta a chiunque di conoscere tale disciplina e di poterne cogliere i benefici. L’Ashtanga Vinyasa Yoga è una disciplina yogica che trova le sue origini nei tempi antichi e nella sua più immediata manifestazione (quella fisica), si contraddistingue dalle altre tecniche yogiche per la dinamicità che la caratterizza, in cui la coordinazione fra respiro e movimento conduce all’esecuzione delle posture.

Lo yoga è un cammino di riscoperta personale che ci dà la possibilità di incontrarci e conoscerci, anche nei nostri aspetti più profondi e talvolta meno accettati di noi stessi, per arrivare a riconoscerci per quello che siamo nella nostra vera natura. Questa particolare disciplina, attraverso il primo approccio con gli asana, agevola l’apertura dei canali energetici che con una pratica costante portata avanti nel tempo, ridona al nostro corpo forma ed equilibrio agendo contemporaneamente sulla nostra mente, che può ritrovare chiarezza e stabilità.

Il percorso è lungo e faticoso per tutti, ma a qualsiasi livello si decida di intraprenderlo, porterà con sé positività e migliore armonia.

Caratteristiche:

  • Video corso suddiviso in video lezioni della durata media di 30 min.
  • 8 ore di video lezioni totali con esercizi dimostrativi e pratici
  • 5 ore di studio su materiale documentale allegato alle video lezioni
  • 40 ore circa di pratica (suddivise in sedute bi-settimanali per l’arco dei 6 mesi)
  • Costo: 70 Euro (Iva al 22% compresa) anzichè 120 Euro (Iva al 21% compresa)


Dettaglio argomenti delle lezioni:

> Lezione Teorica

In questa lezione troverete un’introduzione teorica all’Ashtanga Vinyasa Yoga.

Nel primo video ci sarà una spiegazione generica della pratica, della sua origine, dei suoi valori e benefici, oltre all’ invito a un approccio alla stessa corretto e vicino al pensiero indiano, secondo il quale lo yoga non è competizione, ambizione e affermazione, ma un semplice e straordinario strumento di conoscenza profonda e di comprensione. La versione in pdf sarà più estesa e particolareggiata.

Nel secondo video sarà introdotta la tecnica del respiro Ujjay e una prima spiegazione dei Bandha. Respiro Ujjay, Mula Bandha e Uddyana Bandha parziale, sono punti fondamentali della pratica. Versione anche in Pdf.

 

> Lezione Demo integrale

La lezione demo integrale presenta l’esecuzione completa della Prima Serie dell’ Ashtanga Vinyasa Yoga praticata da Elena. In questo video potrete vedere la pratica completa con il conto del corretto Vinyasa, senza interruzioni e pause. Questa desidera solo essere un esempio dimostrativo della pratica e non un modello assoluto di riferimento. La cosa importante su cui focalizzarsi nella visione è il ritmo e il tempismo con cui i movimenti e gli asana sono eseguiti. Il conto è eseguito secondo l’insegnamento del “Sri Krishna Pattabhi Jois Ashtanga Yoga Institute” di Mysore e può essere utilizzato anche per la propria pratica personale, nel caso si conosca già la sequenza. E’ importante raccomandare agli studenti che desiderano usare tale video come guida, di farlo sempre nel rispetto delle proprie possibilità, senza pretendere di eseguire cose per cui non si è ancora pronti e fermandosi alla postura in cui si trova difficoltà. (in versione Pdf, scaricabili, i nomi e i significati delle posture)

 

> Lezione Demo divisa in 3 parti

Qui troverete la stessa lezione demo di cui sopra, in questo caso suddivisa in 3 parti per una visione più fruibile.

  • Parte 1: Saluti al Sole A e B e prime 6 Posture Fondamentali (Pdf con loro nomi in sanscrito e significati)
  • Parte 2: da Uthita Hasta Padangusthasana a Navasana (Pdf con loro nomi in sanscrito e significati)
  • Parte 3: da Bhuja Pidasana a Urdhva Danurasana e Chiusura Finale (Pdf con loro nomi in sanscrito e significati)

> Lezione Pratica Base Integrale

La lezione pratica base integrale è una vera e propria lezione registrata nella Yoga Shala, eseguita da studenti principianti e non e tenuta da Elena. In questa lezione saranno spiegati i primi fondamenti della pratica e verranno eseguiti i Saluti al Sole A e B e le prime 6 posture fondamentali della Prima Serie; seguiranno le ultime posture della chiusura finale e il rilassamento. Questa è la prima vera e propria lezione per chi è completamente neofita rispetto questa disciplina. Si consiglia di eseguire tale sequenza più e più volte, fino ad aver integrato tutti i movimenti al meglio delle proprie possibilità, sempre in sicurezza e arrivando alla fine senza sentirsi troppo stanchi. È consigliato seguire le indicazioni date con scrupolo e senza cercare di fare più di quello che è richiesto.

Nella pratica della sequenza gli studenti sono invitati a una qualità di ascolto tale da poter capire come e se eseguire le posture in accordo alla condizione fisica e mentale del momento. Questo è quello che fa crescere lo studente nella giusta direzione e rende tale pratica una seria e vera pratica yoga.

 

> Lezione Pratica Base in 3 Parti

Qui troverete la stessa lezione di cui sopra suddivisa in 3 parti, sempre per avere una maggior fruibilità della stessa.

  • Parte 1: Saluto al Sole A e Saluto al Sole B
  • Parte 2: prime 6 Posture Fondamentali e Ultime Posture della Chiusura
  • Parte 3: Rilassamento Guidato

Il rilassamento finale può essere utilizzato alla fine di ogni pratica che si sceglierà di fare.

 

Modalità di fruizione:

Il Corso è stato formulato in lezioni di diverso livello, seconda le possibilità e le conoscenze del praticante. Ogni lezione è visibile ed eseguibile nella forma integrale, ma la si troverà anche suddivisa in diverse parti per essere più fruibile. Il tutto è arricchito da documentazione cartacea dove potrete trovare spiegazioni teoriche sui vari argomenti riguardanti la pratica e il nome delle posture in sanscrito con traslitterazione e significato degli asana.

Nell’utilizzo del corso, è importante seguire il criterio corretto nell’esecuzione della sequenza, rispettando la successione delle posture per costruire pian piano la pratica per ognuno, senza saltare da una parte all’altra seguendo le proprie preferenze.

Criterio da seguire per ogni pratica:

  1. Iniziare sempre con i saluti al sole
  2. Per lavorare in sicurezza, eseguire la sequenza fino alla postura possibile secondo le possibilità del momento (energetiche e di flessibilità) senza andare oltre; non avrebbe senso e non aiuterebbe a costruire la pratica corretta da cui avere supporto per il migliore avanzamento della pratica stessa
  3. Finire sempre con la chiusura (essa sarà sempre più completa a seconda del livello)
  4. Concedersi sempre il tempo per il rilassamento, se non è possibile completo, almeno 5-8 minuti.

Nella pratica della sequenza gli studenti sono invitati a una qualità di ascolto tale da poter capire come e se eseguire le posture in accordo alla condizione fisica e mentale del momento. Questo è quello che fa crescere lo studente nella giusta direzione e rende tale pratica una seria e vera pratica yoga.

 

NOTE:

ASHTANGA VINYASA YOGA

È una disciplina yogica di antica tradizione, riscoperta e rivalutata nel secolo scorso dai maestri indiani Sri Krishnamacharya (uno fra i più insigni maestri di yoga dell’epoca moderna) e Sri Krishna Pattabhi Jois, suo discepolo.

Focalizzata, nel suo approccio iniziale, sull’esecuzione dinamica degli asana, questa disciplina porta il praticante a migliorare la condizione fisica, mentale ed emozionale.

Gli asana vengono eseguiti con una tecnica particolare: in una sequenza fissa prederminata e concatenati l’uno all’altro grazie al sistema del Vinyasa, che consiste nel coordinare ogni movimento con la corrispondente inspirazione o espirazione, utilizzando la tecnica respiratoria chiamata Ujjay.

La respirazione Ujjay, praticata insieme alle posture induce lo studente a un lavoro completo di grande beneficio, per cui il corpo diventa sempre più forte, flessibile, stabile e sano, raggiungendo livello spesso impensati.

L’esercizio fisico svolto costantemente e secondo le proprie possibilità (che aumentano con la pratica stessa), impegna anche la mente in modo profondo: coinvolta dallo sforzo corporeo e indotta dal respiro, la mente diventa inevitabilmente più concentrata e calma, scoprendo nuovi schemi di reazioni positivi e adeguati, che il praticante vede poi riproporsi inaspettatamente e con naturalezza anche nella vita quotidiana.

L’intenso lavoro fisico e l’esperienza di nuovi stati mentali determinano una maggiore sensibilità e una più attenta capacità di ascolto, che portano ad aprirsi in modo nuovo a se stessi e agli altri. Si inizia così un cammino nella sfera emotiva e spirituale, che nella vita quotidiana risulta spesso difficile da intraprendere, ma che con la pratica yogica può diventare di più facile approccio e aiutare a sciogliere blocchi talvolta profondi.

L’Ashtanga Vinyasa Yoga, partendo quindi dal fisico, coinvolgendo la mente e toccando poi in profondità il livello emozionale, risveglia e porta a un più alto grado di consapevolezza, agevolando il contatto e l’unione tra questi tre importanti aspetti della vita di ognuno.

Tale “unione” che del resto è il significato più rappresentativo della parola yoga, conduce alla coerenza fra questi tre stati del proprio essere e all’armonia tra questo e la società.

Lo yoga porta a un miglioramento sostanziale alla vita delle persone proprio perché si raggiunge uno stato interiore di maggior equilibrio e serenità.

L’Ashtanga Vinyasa Yoga è rivolto a tutti, senza distinzione di età, sesso, religione, appartenenza, esperienza, condizione fisica e psicologica; è per tutti coloro che desiderano migliorare la propria vita senza la paura di mettersi in discussione.


Ultime modifiche: lunedì, 9 dicembre 2013, 09:16
Salta Accedi